LA DIRETTRICE

Cristina Canino

Direttrice della Scuola Modello di formazione di Biodanza SRTA di Napoli.
Operatore Didatta e Tutor di Biodanza Sistema Rolando Toro, specializzata nelle estensioni di Biodanza per bambini e adoloscenti, Biodanza, voce e percussioni Progetto Minotauro in corso.
Presidente dell’Associazione Centro Studi Biodanza Napoli (CSBN) Ha conseguito la
Laurea in Psicologia Clinica e di Comunità con una tesi dal titolo Sull’Agorafobia in analisi, analizzando temi quali la fusionalità e il rapporto tra le fobie e la paura della libertà.

Dall’età di 18 anni ha cominciato il suo percorso di consapevolezza e di formazione, facendo diverse esperienze. Ha fatto esperienza di Bioenergetica, psicoterapia Reichiana, Psicologia della Gestalt e Analisi Transazionale e ha provato diverse tecniche che riscattano l’Unità Psicofisica. Fino ad approdare definitivamente alla Biodanza nel 2006. Nel 2009 si è formata come Operatore Titolare di Biodanza con una tesi dal titolo LA MIA CAMMINATA VERSO LA LIBERTÀ. Biodanza come percorso verso la libertà, mettendo in luce le possibilità della tecnica  di favorire l’espressione autentica del Sé.
Ha poi continuato la sua formazione a Milano con Marcelo Mur ed Eliane Matuk.
Collabora con associazioni locali che lavorano per prevenire la violenza sulle donne, sui minori e che sostengono i diritti dei portatori di handicap.
Ha organizzato diversi eventi pubblici patrocinati dalla Regione Campania e dalla Municipalità di Napoli.
Dal 2009 anni conduce gruppi esperienziali di Biodanza (con frequenza di una volta alla settimana) a Napoli e seminari in diverse città d’Italia per adulti e bambini.
Ha lavorato e a tutt’oggi offre percorsi di riabilitazione esistenziale utilizzando la Biodanza in istituzioni socio-sanitarie.
Dal 2013 collabora con l’Azienda Ospedaliera Santobono-Pausilipon proponendo progetti di biodanza rivolti ai bambini oncologici e alle loro famiglie.
Sotto il patrocinio della Regione Campania partecipa a diverse manifestazioni sociali diffondendo il valore sociale e pedagogico del sistema biodanza.
Lavora con le scuole portando avanti la Pedagogia Biodanza.
Educare alla vita è il titolo del Progetto che ha presentato in diverse scuole lavorando con ragazzi e bambini e che ha presentato al Festival della Filosofia della Magna Grecia proponendo laboratori di Biodanza per docenti dei licei superiori.
Da sempre appassionata di danza, studiosa del movimento umano, delle potenzialità creative, e delle dinamiche di gruppo.

 

Fin dal mio primo approccio con la Psicologia, prima di conseguirne la Laurea, apprezzo e approfondisco le teorie di Wilhelm Reich, il primo psicoanalista ad avere dato una dimensione corporea alla psiche, cui affianco quelle del suo allievo Alexander Lowen fondatore della Bioenergetica […].

 

Nel 2000 inizio un training bioenergetico, successivamente conosco e pratico anche la terapia Cranio-Sacrale, grazie alla quale comincio ad entrare in rapporto – non solo teorico – col mio corpo e con il suo linguaggio, nel frattempo approfondisco lo studio e la pratica di varie tecniche orientali ed occidentali sul tema mente-corpo […].

 

Nel 2005 incontro per la prima volta la Biodanza a Bruxelles e me ne innamoro subito. Ritorno a Napoli e decido di intraprendere il percorso di formazione per conseguire il titolo di operatore.
Contestualmente seguo in modo regolare il corso settimanale. Da allora frequento stages in diverse città d’Italia e del Belgio […].

 

Biodanza ha trasformato la mia vita e la mia relazione con gli altri. Vicina alla musica da sempre, grazie a mio padre che era un musicista e vicina alla scienza grazie a mia madre che mi ha trasmesso l’amore per la medicina. Con Biodanza riscopro con piacere che è possibile coniugare Arte, Scienza e Amore.

 


CV di Cristina Canino